10.4 Regolamento Biblioteca

Premessa
La Biblioteca è il centro culturale, all'interno della scuola, istituito allo scopo di favorire,
attraverso la consultazione del materiale in essa custodito, la lettura, la didassi, la ricerca, lo
studio da parte degli aventi diritto: insegnanti allievi e personale dell'istituto, nonché altri utenti se preventivamente autorizzati dal Dirigente Scolastico.

Dislocazione
Il patrimonio bibliografico del Valle è distribuito nelle sedi dell'Istituto centrale e Cavalletto.
La suddivisione in più sedi consente l'accesso al servizio a tutta la popolazione scolastica,
secondo gli interessi specifici dei quattro indirizzi professionali attualmente esistenti. La sede
centrale, tuttavia, detiene, per la sua funzione preminente, la parte più consistente del
materiale.

Materiale documentario in dotazione
La biblioteca attualmente comprende:
Opere di consultazione (Enciclopedie, dizionari e vocabolari, atlanti, ecc.)
Testi scolastici
Opere di narrativa
Saggi Monografie
Guide Riviste Audiovisivi
Materiale grigio e materiale, sia scritto che grafico, prodotto all'interno della scuola.

Organizzazione
Si occupa dell'organizzazione della biblioteca il Referente in veste di coordinatore, coadiuvato
secondo periodi e orari stabiliti per ogni anno scolastico da personale incaricato. Gli orari di
apertura di ciascuna biblioteca sono affissi nella sede rispettiva.

Sistema informativo e di gestione
Il sistema che consente la gestione (classificazione, registrazione, ricerca prestito, controllo,
patrimonio, statistiche, ecc.) della Biblioteca è un personal computer dotato di una procedura
specializzata (ISIS IRIDE). Esso viene assegnato al coordinatore.
In tempi brevi la struttura informatica del centro dovrà essere completata con un terminale di
ricerca a disposizione degli utenti.

Norme generali
L'accesso alla biblioteca da parte degli aventi diritto è regolato dall'apposito orario fissato
all'inizio dell'anno scolastico ed esposto presso l’ingresso.
L'accesso alla biblioteca viene assicurato durante le ore di lezione, Essendo la biblioteca adibita anche a sala di lettura, è doveroso mantenere un comportamento che non provochi disturbo.
Qualsiasi richiesta, anche solo di visione dei documenti, va rivolta all'addetto.
Le opere, una volta consultate, devono essere riconsegnate all’addetto, che provvederà a
ricollocarle al loro posto.
Tutti i testi ricevuti in prestito o in visione devono essere riconsegnati integri e privi di qualsiasi segnatura.
Gli insegnanti sono responsabili degli studenti mandati a effettuare ricerche in biblioteca nel
corso delle ore di lezione.

Servizio prestiti di testi vari e videocassette
I prestiti si effettuano durante l'orario di apertura della biblioteca. Essi sono gestiti dal
personale addetto che provvede a registrare i dati nell'apposita scheda del programma IRIDE.
Là dove ciò non fosse possibile, tali dati saranno trascritti su appositi registri, in cui saranno
riportati nome e cognome dell'utente, data del prestito, numero di classificazione del
documento, titolo e nome dell'autore, firma del richiedente e firma degli addetti al prestito.
Sono escluse dal prestito alcune opere segnalate, quali quelle di sola consultazione
(enciclopedie, atlanti, dizionari, ultimo numero delle riviste, quotidiani, ecc.) e quelle
considerate di particolare pregio, oltre ai documenti da inventariare, timbrare, etichettare,
collocare e catalogare.
Il prestito ha una durata massima di un mese e non è consentito per più di due volumi alla
volta.
La richiesta di ulteriori prestiti può avvenire solo se si è in regola con la restituzione di testi già richiesti, per consentire a tutti di poter fruire degli stessi.
Viene data la possibilità di usufruire di prestiti temporanei o giornalieri, per i quali vengono
utilizzati appositi registri, rispettando le stesse modalità. di registrazione sopra espresse,
La restituzione deve comunque essere fatta personalmente da chi ha richiesto l'opera; lo stesso provvederà a firmare per l'avvenuta riconsegna. In assenza della firma, la consegna non si ritiene effettuata.
I docenti che hanno bisogno di utilizzare quotidianamente opere a scopo didattico sono tenuti ad attenersi alle regole del prestito giornaliero.
Ognuno è responsabile del testo preso in prestito. In caso di smarrimento o di
danneggiamento, che verranno segnalati al Dirigente Scolastico, il richiedente dovrà provvedere a compensare la biblioteca con un altro esemplare o a rifondere la scuola con l'importo corrispondente al valore del documento stesso. Qualora dovesse trattarsi di materiale diverso da quello librario, il Dirigente Scolastico deciderà quali provvedimenti adottare.
In Biblioteca non vengono effettuate fotocopie. Tuttavia, qualora l'utente richieda la
riproduzione di documenti, per solo uso didattico autorizzato dall'insegnante secondo le norme vigenti, potrà inoltrare richiesta di prestito all'addetto.
Allo scopo di permettere il riordino delle opere, queste dovranno essere riconsegnate tutte entro il termine massimo del 15 maggio di ogni anno scolastico. Dopo tale termine i prestiti saranno consentiti solo agli allievi e agli insegnanti impegnati in esami.
P.S. Per la succursale il servizio prestiti continuerà ad essere gestito secondo le consuetudini ma nel rispetto del presente regolamento. I prestiti saranno comunque gestiti dal personale
addetto.